.

Nessuno ti ha mai detto che se vuoi un futuro migliore devi solo cambiare il presente
POLITICA
28 giugno 2008
Le piazze negate
 


Il biglietto da visita del nuovo governo e delle amministrazioni comunali che si riconoscono in esso è scritto coi caratteri della discriminazione e della carenza di democrazia.
Non bastano le impronte ai rom. Si negano le piazze alle manifestazioni democratiche, civili e pacifiche come i Pride. E' già successo a Biella e a Roma. Il sindaco Stancanelli, neoeletto nel Pdl, vuole estendere questa pratica pure a Catania.

Tipi strani i maggiordomi del cavaliere. Chiamano il loro partito con un nome che inneggia alla libertà, ma poi nei fatti la vietano. Non mi pare strano, poi, che tale partito sia stato votato dalla maggioranza degli italiani, un popolo razzista, omofobo, misogino e mafioso. Un popolo di merda, per dirla in quattro parole.

Faccio notare due cose.

1. La piazza era già stata concessa dalla questura e non sono state presentate da parte dell'amministrazione comunale validi motivazioni per impedire il corteo e lo stanziamento. Il Catania Pride, che si celebra in città dal 2000, è una manifestazione civile e pacifica, per cui non ci sono ragioni di ordine pubblico. Aspettiamo di vedere cosa si inventeranno;

2. Vogliono farci andare a piazza Dante - noi avevamo richiesto piazza dell'Università - che si trova in cima a una salita angusta e dove risiedono alcune associazioni di ultrà di estrema destra. Come mandare le pecore nella tana del lupo.

Adesso capiamo pure che la cultura politica del sindaco si rifà a quella del manganello. Però, come abbiamo già dichiarato nel comunicato stampa, noi non ci faremo intimidire e andremo ugualmente in piazza dell'Università. In modo allegro, pacifico e civile.

Poi ognuno si prenderà le proprie responsabilità.
sfoglia
maggio        luglio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 2166054 volte





Case virtuali

 

Indice del forum




The mission





Decalogo elfico



1) Questo blog è laico e anche un po' stronzo.
2) Questo blog è di sinistra, volutamente fazioso, antiberlusconiano e mira a orientare le coscienze dell'elettorato.
3) In questo blog si critica apertamente la chiesa cattolica apostolica romana e qualsiasi altra forma di dittatura.
4) In questo blog vige la libertà di pensiero e di parola ma se poi dite puttanate sarete trattati di conseguenza.
5) Questo blog si batte per i diritti dei gay e di tutte le minoranze riconosciute e non riconosciute.
6) Questo blog è egocentrico, ma non egotico.
7) La materia trattata in questo blog oscilla dalle cose profonde alle profonde cazzate.
8) Il tenutario di questo blog ci prova un po' con tutti.
9) In questo blog non si accettano commenti anonimi e rancorosi. Si preferisce sapere chi è che vuole mandarti a cagare e in caso contrario i commenti in questione verranno cancellati.
10) Questo blog non è una testata giornalistica perché, oltre al fatto che non viene aggiornato con costanza,  nessun giornale in Italia potrebbe permettersi un decalogo come questo.

 

Frase totem

http://img2.allposters.com/images/142/039_B65081.jpg

«Una diva distrutta vuole al massimo un martini e un valium, non una ragione!»

MSN & Mail



elfobrunoCHIOCCIOLINA
msnPUNTOcom

(per i meno pratici dei misteri di internet, sostituire al MAIUSCOLO i relativi simboli)




Costante esistenziale

 




Bada bene!

Le immagini che vedete su questo blog sono usate in nome del copyleft. Non rubo nulla a nessuno ma se proprio pensate che quello che faccia sia un abuso, contattatemi e rimuoverò ciò che non deve stare qui.




Locations of visitors to this page